Servizio Taxi, Transfer e Noleggio con Conducente | Mazara del Vallo
Taxi

News & Sicilia

Poesia in lingua poetica siciliana


La Tourist Service Mazara, vi propone dei testi in lingua poetica siciliana con annessa traduzione in lingua italiana.
Un viaggio attraverso i versi del Poeta Alessio Patti che periodicamente ci permetterà di visionare e visitare l’amata terra.
Conoscendone versi, storia e cultura.

Buona lettura e condivisione!


S’idda tuccassi a mia

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell’Autore.

S’idda tuccassi a mia

A la plaja, tra suli spacca petri
e celu celesti chi accarizza,
vitti na jarzunedda assittata supra a rina.

M’avvicinai a l’occhi so’… Chi maravigghia!
Avevunu di li rocci lu ruventi culuri
e di li fogghi tirrusi li sfumaturi.
Spirlucìavanu di malìa e di suli a la calàta.

Ch’era bedda Diu miu!

Idda tuccava lu mari,
e lu mari si jincheva di prijizza.
Tuccava la rina,
e la rina si jincheva di scuma di stiddi.
E ju pinsai…

(Alessio Patti, Catania 17 luglio 1977)

Se lei mi toccasse

In spiaggia, tra sole rovente
e cielo azzurro che carezza,
seduta sulla sabbia vidi una fanciulla.

M’approssimai ai suoi occhi… Che meraviglia!
Avevano delle rocce il rovente colore
e delle foglie terrose le sfumature.
Erano magicamente illuminati di sole che tramonta.

Com’era bella Dio mio!

Toccava il mare,
e il mare si colmava di gaudio.
Toccava la sabbia,
e la sabbia si colmava di schiuma di stelle.
Ed io pensai…
chissà che cosa accadrebbe se lei mi toccasse?

(Alessio Patti, Catania 17 luglio 1977)



Condividi questa pagina...